Knowledge Hub
Guide e report

E-wallet: cos'è e come funziona?

Un e-wallet è uno strumento di pagamento basato su wallet tradizionali, che offre un'alternativa alle tradizionali modalità di pagamento per transazioni più comode, veloci e sicure.

5 maggio, 2021
 ·  6 minuti
E-wallet: cos'è e come funziona?

Oltre a svilupparsi a gran velocità, le nuove tecnologie, come gli e-wallet, abbracciano ogni ambito della vita quotidiana. Per questa ragione, non stupisce che si siano trasformate nell'alleato ideale anche in ambito finanziario, soprattutto per le transazioni economiche (dal pagamento di un acquisto al trasferimento di fondi tra conoscenti), che diventano ancora più facili e veloci.

​​Le più recenti modalità di pagamento online hanno scatenato una vera rivoluzione nelle abitudini e nel modo di gestire queste transazioni. Un esempio concreto per la Spagna è dato dal ​Report di Adyen sul retail 2020 che, tra altre tendenze, dimostra come oggi il 65% dei consumatori preferisca pagare i propri acquisti mediante modalità alternative al contante.​

I grandi vantaggi dati dalle nuove modalità di pagamento, basate su innovazioni tecnologiche come la NFC (Near Field Communication), che hanno facilitato i pagamenti contactless, hanno favorito enormemente lo sviluppo di modalità di pagamento alternative. L'​e-wallet​ o portafoglio elettronico è una di queste.​

Che cosa sono gli e-wallet?

E-wallet è la denominazione inglese di quello che è conosciuto anche come portafoglio elettronico. In sostanza, si tratta di una delle modalità di pagamento che sono cresciute maggiormente negli ultimi anni.

Questo strumento di pagamento si basa sul concetto di portafoglio tradizionale, ma adattato al mondo digitale e a Internet. In questo portafoglio digitale è possibile salvare i dati delle carte di credito o di debito e dei conti bancari dell'utente, ma anche tutti i documenti che comprovano acquisti o prenotazioni, come biglietti per concerti, biglietti aerei, abbonamenti e via dicendo.

Abbonamento con e-wallet

Diverse banche, società fintech e imprese del mondo digitale o della telefonia mobile, pur non essendo direttamente legate all'ambiente finanziario, dispongono già di propri portafogli elettronici. Di conseguenza, il mercato offre già molte tipologie di e-wallet differenti, pertanto è fondamentale che le aziende integrino questo tipo di servizi nella propria piattaforma di vendita online, se non vogliono rimanere indietro nei propri rapporti con i clienti. Peraltro, per chi è abituato a effettuare i propri acquisti tramite Internet, disporre di un portafoglio elettronico può essere estremamente comodo: grazie a questo strumento, l'utente può amministrare i propri fondi in modo virtuale, dal proprio cellulare, ed effettuare pagamenti senza difficoltà in qualunque momento o luogo, a condizione di disporre di una connessione a Internet.

L'enorme popolarità raggiunta dagli e-wallet o portafogli digitali è dovuta in gran parte alla maggiore comodità e semplicità che offrono al momento del pagamento, tutti vantaggi che i negozi e le aziende che integrano i portafogli elettronici tra le proprie modalità di pagamento possono a loro volta offrire ai clienti. Così l'utente può scegliere se pagare con un e-wallet quando compra un biglietto aereo o un libro, proprio come quando fa la spesa al supermercato o prenota una notte in albergo. Inoltre, un portafoglio digitale permette anche di effettuare bonifici, pagare abbonamenti o avere informazioni aggiornate sul proprio budget o sul saldo disponibile sul conto.

Insomma, per chi ancora si chiede cosa sia un e-wallet, questi sistemi funzionano come un'alternativa alle forme di pagamento tradizionali, per transazioni più comode, veloci e sicure. In genere i portafogli elettronici sono vincolati a un'applicazione specifica, di una banca come di un'azienda dell'universo digitale o di telefonia mobile.

Tra gli e-wallet più popolari, per esempio, ci sono quelli diApple Pay,WeChat Pay, ma anche Google Pay,Kakao Pay oAlipay.

L'obiettivo principale di queste modalità di pagamento che fanno uso del portafoglio elettronico è fornire esperienze d'acquisto incentrate in particolare sulla soddisfazione del consumatore. Molti di questi e-wallet offrono ricompense sotto forma di bonus, inviano avvisi su saldi e addebiti e forniscono consigli e informazioni integrate su tutti i conti dell'utente.

Come funziona un portafoglio elettronico?

L'obiettivo di un'azienda o attività che sceglie di integrare un sistema di e-wallet è mettere a disposizione del cliente un'applicazione semplice da usare, che consenta di pagare in maniera veloce e sicura. Ma come funziona un wallet elettronico? In genere, il portafoglio elettronico si basa sul collegamento effettuato dall'utente tra uno dei suoi conti bancari, carte di credito o di debito e il sistema scelto. Così facendo, infatti, è come se avesse a disposizione i conti o le carte collegati e potesse scegliere l'opzione che gli interessa di più ogni volta che effettua un pagamento.​

Nel caso delle attività o delle imprese in genere, l'idea è di snellire e semplificare quanto più possibile le operazioni di pagamento. Non dimentichiamo che i portafogli elettronici sono molto semplici da integrare nei propri sistemi di gestione e consentono di risparmiare molto tempo.

D'altro canto la sicurezza è una delle principali preoccupazioni nel mondo digitale. Per questa ragione, gli e-wallet sono dotati di crittografia, di modo che, quando si sceglie quella modalità di pagamento, l'azienda o negozio online non possano accedere ai dati delle carte o ai conti dell'utente. La procedura inizia quando l'utente sblocca il proprio dispositivo mobile e inserisce la password del proprio portafoglio elettronico o usa il metodo di autenticazione che ha attivato. In breve, possiamo affermare che il principale vantaggio di un portafoglio digitale è lo snellimento della procedura di pagamento.

Qual è il portafoglio digitale più popolare?

Il principale portale di statistiche aziendali, Statista, effettua periodicamente analisi sull'uso di queste applicazioni di pagamento. Secondo i dati raccolti, condivisi da Ecommercenews, l'e-wallet o portafoglio digitale di Apple, Apple Pay, è il più popolare, con una quota di mercato superiore al 30​​%. Gli altri vanno a scalare. Tuttavia, la preferenza accordata a uno o all'altro portafoglio elettronico varia anche a seconda della nazionalità del cliente: i consumatori di origine cinese, per esempio, preferiscono Alipay o WeChat Pay alle soluzioni offerte da Apple o Google.

Il dominio di Apple in questo campo non è certo una sorpresa, se si considera l'importante promozione del suo portafoglio digitale dal 2016 fino ad oggi. Oggi si stima che l'e-wallet di Apple sia utilizzato da circa 500 milioni di persone.

A livello mondiale,​ PayPal ​è certamente una delle piattaforme di pagamento più utilizzate. Quando è apparso, non esistevano altri sistemi che consentissero agli utenti di pagare senza dover mostrare i dettagli del proprio conto o della carta di credito o di debito. Così invece basta inserire l'e-mail e la password di PayPal per effettuare il pagamento di qualsiasi acquisto online. Un altro vantaggio di PayPal è il suo modello di servizio clienti: se ci sono problemi con il prodotto acquistato, si può chiedere il rimborso. Anche ​Amazon Pay segue il modello PayPal, utilizzando però i dati del conto Amazon dell'utente.​

Come si fa a integrare e accettare i pagamenti tramite e-wallet?

Integrare gli acquisti tramite e-wallet e fare in modo che vengano accettati dagli strumenti di gestione dei pagamenti è molto semplice. Basta disporre di un terminale nel punto vendita adatto. In ogni caso, tutte le applicazioni dei vari portafogli elettronici dispongono di un pannello di gestione e amministrazione delle transazioni, in modo che le aziende possano avere informazioni in tempo reale sui pagamenti ricevuti e sul loro inserimento nei sistemi di gestione, controllo e contabilità.

Inoltre è importante sapere che, quando si utilizza un portafoglio digitale o elettronico, i pagamenti possono essere ricevuti anche tramite le carte di credito o debito più utilizzate, come MasterCard o Visa. A questo scopo basta disporre di un conto aziendale. In questo modo non è necessario progettare e configurare sistemi di pagamento separati, anzi, per la comodità di aziende e clienti si può utilizzare un unico sistema per tutte le transazioni. 

Per tutti questi motivi, scegliere di usare un provider di e-wallet equivale a un considerevole risparmio di tempo e risorse per le aziende. È il fornitore di servizi che ha il compito di mantenere in buono stato il conto aziendale e di rispettare gli standard di sicurezza sui pagamenti tramite carta noti come PCI (Payment Card Industry Data Security Standard). Ricorda che gli standard PCI vanno rispettati sempre, per garantire la sicurezza di tutte le transazioni finanziarie effettuate mediante carta di credito o di debito.




Iscriviti alla nostra newsletter!

Compila il form e rimani aggiornato

Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy di Adyen e acconsento all'utilizzo dei miei dati in conformità con essa.