Knowledge Hub
Guide e report

In che modo il COVID 19 sta plasmando il nostro modo di fare acquisti

Come sono cambiate le abitudini di spesa dei consumatori e qual'è il futuro del retail

Amanda Rose McCreight  ·  BigCommerce
9 luglio, 2020
 ·  6 minuti
Woman choosing clothes in retail store

Autore: Amanda Rose McCreight osserva le tendenze del business globale e regionale, e costruisce partnership che accelerano la crescita e il valore sia per i merchant che per gli shopper, sulla base di un ambiente in continuo cambiamento. Il suo ruolo è Director of Strategic Payment Partnerships in BigCommerce.

In un batter d'occhio,il COVID-19 ha stravoltopraticamente ogni aspetto dell'esistenza umana. È come se il mondo si sia arrestato nel giro di qualche settimana. ​

Se da un lato i produttori di articoli come carta igienica e disinfettanti per le mani hanno registrato un picco nelle vendite, dall'altro la maggior parte dei rivenditori si è ritrovata a vivere sulla propria pelle i cambiamenti di una situazione incerta.

La nuova distinzione tra rivenditori di beni essenziali e quelli di beni superflui si è tradotta in una conseguente riduzione delle entrate. I negozi autorizzati all'apertura si considerano fortunati, mentre chi è stato obbligato o incoraggiato a chiudere si è trovato in posizione di svantaggio.

Malgrado non ci sia un modo concreto per sapere come sarà il retail del futuro più prossimo, possiamo sempre tenere d'occhio le abitudini di spesa dei consumatori e imparare ad assecondare le loro necessità.

Il COVID-19 sta cambiando il modo di spendere dei consumatori

Ciò che prima veniva considerato una priorità, come andare fuori a cena o godersi un pomeriggio di shopping al centro commerciale , ora è quanto di più lontano dallo stretto necessario, mentre l'acquisto di prodotti come mascherine e salviette disinfettanti è oggi più importante che mai.

L' ecommerce è da lungo tempo uno dei trend in aumento in praticamente qualsiasi marketplace, ma il COVID-19 non ha fatto altro che favorirne la diffusione. Considerato che le possibilità di comprare in un luogo fisico sono diminuite, gli acquisti online sono diventati un'importante alternativa.

Con la gente bloccata in casa alla ricerca di un modo per passare il tempo, lo shopping online è diventato una delle attività preferite della quarantena. Alcuni consumatori hanno fatto shopping per puro gusto, altri hanno fatto il pieno di prodotti per il tempo libero in casa o per migliorare la propria postazione di lavoro da remoto​. 

I numeri parlano da soli. A metà aprile 2020, le entrate dei rivenditori online negli Stati Uniti eranocresciute del 68%​, superando il precedente picco del 49% registrato a gennaio. Anche le vendite online nel complesso stanno ancora oggi aumentando vertiginosamente, con un incremento del 146% di tutti gli ordini di e-commerce effettuati dall'anno scorso, in questo stesso periodo.​

 COVID-19: Rimodellare il futuro del retail

 

Il COVID-19 ha avuto un impatto immediato sul mercato del retail. Nonostante la difficoltà della situazione attuale, è comunque importante cercare di prevedere come andranno le cose. Questi trend potrebbero rappresentare delle forze trainanti nel futuro del panorama del retail.

1. Rafforzare i siti di e-commerce

 

La chiusura dei negozi fisici ha mandato un messaggio chiaro: non è questo il momento di risparmiare sull'e-commerce.

Le aziende che stanno cercando un modo di crescere devono assicurarsi che i loro processi di vendita online e l'​ esperienza del cliente siano quanto più rapidi, semplici ed efficienti possibile. I negozi di e-commerce non devono soltanto avere un aspetto accattivante e fornire un'esperienza di checkout di qualità, ma devono anche ottimizzare il processo di consegna e collaborare con i ​fornitori di servizi di evasione degli ordini​ in modo tale che le spedizioni e i resi avvengano senza intoppi.

2. Il nuovo trend di acquisto online di prodotti alimentari 

 

I timori nell'affrontare la spesa di persona hanno comportato un aumento degli acquisti online per prodotti alimentari, praticamente triplicando il volume del settore da un giorno all'altro​. Ora i vantaggi di pagare qualcuno per fare la spesa al proprio posto sono più che evidenti. Mentre attualmente i servizi terzi regnano incontrastati, i negozi che desiderano approfittare della situazione possono lanciare i propri programmi dedicati alla spesa in negozio o a servizi completi di consegna.​

 

3. I pagamenti si convertono in contactless

 

Nella realtà attuale in cui facciamo sempre più attenzione all'igene, i pagamenti i contanti non sono molto ben visti ormai. Persino gli scanner per carte di credito aumentano il rischio di trasmissione di germi, fattore che ha portato molte aziende a proseguire con gli investimenti in ​infrastrutture di pagamento contactlesscome il leader del settore Adyen.

Apple Pay e carte di credito che è possibile appoggiare, invece di strisciare, vengono già utilizzati da numerosi rivenditori. Con negozi fisici e ristoranti che iniziano a prendere precauzioni estreme per ridurre al minimo le probabilità di trasmissione di malattie, è probabile che questo trend proseguirà a lungo.

 

4. Retail senza checkout

 

Amazon è il leader indiscusso del retail senza checkout, ma a causa delle preoccupazioni dovute alle interazioni umane faccia a faccia, si prevede che nei prossimi anni questo trend si diffonderà ovunque. ​Prima del COVID-19, Amazon stava già offrendo la propria tecnologia in licenza​ad altre aziende. Tuttavia, man mano che i negozi compiono progressi nel garantire la sicurezza dei clienti, questa tecnologia potrebbe espandersi più rapidamente del previsto.​

 

5. Opzioni di ritiro in auto e consegna a domicilio

 

Sono già diversi anni che l'opzione diritiro della spesa in autointrodotta da Walmart si dimostra conveniente e di successo, ma il Coronavirus ne ha innescato la diffusione su larga scala. Prima il servizio era riservato esclusivamente all'acquisto di prodotti alimentari, ma di recente è stato esteso alla maggior parte degli articoli venduti in negozio​. Dato che i rivenditori dimostrano maggiore flessibilità nei periodi di cambiamento, è probabile che molti concorrenti adotteranno le misure di tendenza per far sì che i clienti tornino da loro.​

Picking up at retail store

 

6. Espansione nell'automazione

 

È da diverso tempo ormai, ben prima della pandemia, che l'automazione si è intrufolata nel retail. COVID-19 a parte, si prevede che l'​automazione sarà il futuro del settore e, probabilmente, la pandemia non farà che accelerare questo trend. Tra opzioni di risparmio sui costi e riduzione del lavoro umano, non c'è nulla che possa fermare la diffusione dell'automazione.​

Un effetto duraturo

Il COVID-19​ è stato devastante sotto molti aspetti,  e sta provocando putroppo la perdita di numerose vite umane e il crollo di molti mercati economici. Il retail, in particolare, è stato gravemente colpito, con la chiusura di negozi, la perdita di posti di lavoro e fallimenti di aziende. Il cambiamento è inevitabile. Sebbene il futuro rimanga un punto interrogativo sotto diversi aspetti, la pandemia avrà quasi certamente un effetto duraturo sull'ambito del retail.​




Iscriviti alla nostra newsletter!

Compila il form e rimani aggiornato

Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy di Adyen e acconsento all'utilizzo dei miei dati in conformità con essa.