Knowledge Hub
Guide e report

Migrazione a Magento 2: consigli per i merchant

Merchant e system integrator esperti danno i loro consigli per una migrazione a Magento 2 senza intoppi.

7 febbraio, 2018
 ·  11 minuti
Migrazione a Magento 2: consigli per i merchant

Ultimo aggiornamento dell'articolo nel marzo 2020.

A partire da giugno, il supporto di Magento 1 non sarà più attivo, quindi vogliamo aiutarti a rendere la transizione il più agevole possibile. Per questo, abbiamo voluto discuterne con merchant e system integrator molto esperti di Magento per ascoltare i loro consigli.

Questo articolo riporta le esperienze di Graze (servizio di food-box), Eve Sleep (rivenditore di materassi), Eltrino (integrator specializzato in Magento), Vaimo (nostro partner strategico con la sua soluzione omnicanale) e del nostro esperto in-house di Magento.

In breve:

Magento 2 consente di essere subito operativi con maggiore facilità, un'ottima notizia per le aziende più piccole. Anche le aziende più grandi saranno liete di sapere che, con la nuova versione, lo sviluppo sarà più semplice che mai e le possibilità di flessibilità e scalabilità saranno maggiori.

Approfitta di questa migrazione per ripulire le tue estensioni. Scegli in anticipo le estensioni che vuoi e fai migrare soltanto quelle che intendi utilizzare. Ricorda: non pensare soltanto alle tue esigenze attuali; considera una finestra temporale di almeno un anno.

Stabilisci un buon rapporto di collaborazione con il tuo system integrator o fornitore di soluzioni Magento. Sii trasparente riguardo alle tue esigenze e ricordati di essere flessibile. Nulla va mai esattamente secondo i piani.

Infine, assicurati che i tuoi partner attuali siano in grado di mantenere il tuo passo. Il tuo fornitore di servizi di pagamento è in grado di seguirti nell'espansione a livello internazionale? Come verrà gestita lariconciliazione dei pagamenticon l'ingresso in nuovi mercati? Come vengono protetti i dati di pagamento dei clienti?


Articolo completo:

Quali sono i principali vantaggi di Magento 2?

Prima di iniziare, diamo un'occhiata a cosa bisogna aspettarsi da Magento 2.

Marc Dudmish, Global Solution Specialist Manager di Vaimo, ritiene che Magento 2 riesca a mettere il merchant al comando della nave. “La componente tecnologica di Magento 1 era davvero ingombrante, infatti molte delle sue funzionalità passavano in secondo piano. L'approccio di Magento 2, invece, è incentrato sulle necessità del merchant. Per esempio, ora è molto più facile lavorare su contenuti creati dagli utenti, predisporre molteplici campagne prima della loro pubblicazione e indirizzare i giusti contenuti e prodotti ai giusti clienti. In questo modo i commercianti con meno dimestichezza con la tecnologia possono rendere operativi i loro negozi in modo relativamente semplice”.

È importante sottolineare che, per i merchant più grandi, il lato rivolto agli sviluppatori e al controllo del sistema non è sparito.

“È sicuramente una piattaforma più matura”, ha dichiarato Mark Wood, CTO di Graze. “Abbiamo un controllo e una flessibilità maggiori e i moduli sono un ottimo modo per migliorare la propria offerta. Di recente abbiamo aggiunto una funzionalità di ricompense inserendo moduli preimpostati direttamente nella piattaforma”.

Scegli il tipo integrazione Magento più adatto a te

Questa flessibilità è comune anche al modo in cui si sceglie di integrare la piattaforma Magento.

Rik ter Beek, responsabile dello sviluppo dei plugin di Adyen, spiega: “Magento 2 ha un codice back-end e front-end, quindi è possibile creare una 'integrazione headless' che utilizza solo il back-end diMagento”.

“L'integrazione headless è la strada da percorrere se si dispone di un sito molto ricco di contenuti, in cui gli aspetti visivi del proprio marchio sono importanti”, ha affermato Marc di Vaimo. “Ma se il tuo obiettivo principale è l'e-commerce, sceglierei la piattaforma completa”.

“Noi preferiamo controllare l'aspetto e l'usabilità del nostro front-end” - Eve Sleep

Questo è il motivo per cui Eve Sleep ha optato per l'integrazione headless. “Magento è una piattaforma molto potente”, ha spiegato il responsabile della gestione del prodotto, Moritz Braatz, “ma noi preferiamo avere il pieno controllo dell'aspetto e dell'usabilità del nostro front-end”.

Scegliere se integrare l'intera piattaforma Magento, il front-end o solo il back-end, dipende da te. Come spiega Sergey, sviluppatore di lunga data di Magento e fondatore di Eltrino: “L'integrazione headless è relativamente popolare. In altri casi, viene utilizzato esclusivamente il front-end Magento. La piattaforma è talmente flessibile che nessuna configurazione è impossibile, ognuna con i suoi pro e contro. Dipende interamente dalle tue esigenze e andrebbe fatta una valutazione caso per caso. Se le tue esigenze sono chiare, la scelta più logica è una configurazione pronta all'uso, soprattutto in ragione del fatto che molte funzionalità sono state migliorate”.

Metti in ordine le tue estensioni Magento

Se stai migrando da Magento 1, probabilmente sono molti i plugin o le estensioni Magento che stai pensando di mantenere. Tutti quelli con cui abbiamo parlato consigliano di prestare particolare attenzione alla scelta delle estensioni.

“Bisogna avere un'idea chiara della direzione che si vuole far prendere alla propria attività”, ha affermato Marc di Vaimo. “Non solo per il presente, ma anche per il futuro. Poi bisogna osservare le proprie estensioni e chiedersi se sono compatibili, se devono essere riprogrammate e se le versioni di Magento 2 sono state testate a fondo”.

Moritz di Eve Sleep sottolinea inoltre l'importanza di verificare che le estensioni siano disponibili per Magento 2: “Se non sono disponibili e prevedi di non utilizzarle più, controlla i contratti per conoscere il preavviso che dovrai dare e se sussiste qualsiasi costo associato alla risoluzione del contratto”.

Liberati di ciò che non ti serve

Sono tutti d'accordo sul fatto che la migrazione sia una buona opportunità per snellire le estensioni. “Conserva solo le estensioni che intendi utilizzare”, afferma Moritz. “Potrebbero esserci vecchie estensioni integrate anni fa che non stai utilizzando o che ormai sono diventate ridondanti. È un'ottima opportunità per liberarti di ciò che non ti serve più”.

“Decidi quali estensioni sono necessarie prima di iniziare” - Eltrino

Sergey di Eltrino concorda: “È molto comune per i commercianti utilizzare meno del 30 % delle estensioni installate. Decidi di cosa hai bisogno prima di iniziare. Ogni nuova estensione richiede del tempo aggiuntivo da dedicare alle fasi di revisione, installazione ed esecuzione dei test, oltre ad appesantire il sistema. In generale, ogni plugin in più significa più spese e più rischi in termini di conflitti, vulnerabilità e sicurezza”.

Vale anche la pena valutare perché una determinata estensione è necessaria. “In alcuni casi, i commercianti implementano estensioni enormi per utilizzarne una singola funzionalità”, Afferma Sergey. “A volte, la cosa più efficace da fare è sviluppare quella funzionalità partendo da zero”.

Tuttavia, Marc di Vaimo avverte di non gettarsi a capofitto nello sviluppo personalizzato prima di aver valutato le opzioni a disposizione. “Non di rado, si realizza un codice personalizzato per poi rendersi conto dopo soli sei mesi che l'esperienza utente non funziona a dovere. Rielaborare il percorso cliente in una fase successiva risulta quindi difficile e costoso. Assicurati che il tuo team conosca a fondo la piattaforma, così da poter decidere dove allocare le risorse a disposizione”.

Fai test in continuazione

Moritz di Eve Sleep ritiene inoltre che la migrazione sia un'ottima opportunità per l'aggiornamento dell'esperienza utente e delle funzionalità. Bisogna però assicurarsi di disporre di tutti i dati necessari a sostenere le proprie decisioni. “Abbiamo eseguito test A/B di entrambi i sistemi e suddiviso il traffico tra le piattaforme per osservare i risultati di ciascuna modifica”, ha spiegato Moritz.

“Fai testare i processi da qualcuno che non ha mai visto il sito e che non ne conosce il codice" - Vaimo

Marc concorda con Moritz: “Bisogna sempre eseguire dei test formali. Fai testare i processi (effettuare un acquisto, aggiungere articoli al carrello, rimuoverli ecc.) da qualcuno che non ha mai visto il sito e che non ne conosce il codice. Questa strategia può contribuire a scoprire le falle indesiderate che possono ostacolare il cliente e a trovare un modo per evitarle”.

Ottieni il massimo dai system integrator

Date le specifiche tecniche di Magento, è probabile che dovrai affidare la procedura di migrazione a un servizio di consulenza specializzato. Sergey di Eltrino e Mark di Graze hanno qualche consiglio per ottenere il meglio dai system integrator.

“Trova partner affidabili con esperienza specifica”. Afferma Sergey. “Magento 2 è molto diverso da Magento 1, quindi è importante dedicare del tempo per valutare le competenze degli sviluppatori. In caso contrario, corri il rischio di sottovalutare la situazione e di non rispettare le scadenze; oppure, se le cose prendono una brutta piega, il progetto potrebbe persino fallire completamente”.

“Le cose cambieranno e sorgeranno problemi. Se collaborate come partner, supererete insieme queste difficoltà” - Graze

Per Mark di Graze, tutto ruota attorno alle relazioni: “Molti vedono la relazione cliente/fornitore di servizi in termini strettamente commerciali: io sono il cliente, soddisfa le mie richieste entro questa data. Ma raramente funziona così. Ogni progetto può variare durante il suo svolgimento, per questo la flessibilità è essenziale. Ruota tutto attorno a come si instaura la relazione. Concorda in anticipo i termini precisi dell'attività, ma ricorda che si tratta di un processo collaborativo. Le cose cambieranno e sorgeranno problemi che non erano stati preventivati. Se collaborate come partner, supererete insieme queste difficoltà”.

Assicurati di ottimizzare i pagamenti

La migrazione a Magento 2 offre l'opportunità di passare in rassegna i partner attuali per assicurarti che siano in grado di soddisfare le tue richieste, oggi come in futuro.

Per Marc di Vaimo, semplicità e sicurezza sono i due elementi fondamentali dei pagamenti. “Il processo deve essere quanto più semplice possibile. Fai in modo che occupi una sola pagina e che mostri in modo trasparente il prezzo di ciò che stai vendendo. Inoltre, è fondamentale assicurare la protezione dei dettagli di pagamento del cliente. Adyen è molto brava in questo e riesce a rendere chiaro e conciso l'aspetto relativo alla sicurezza di qualsiasi metodo di pagamento”.

Supporta i metodi di pagamento locali con una sola integrazione

Se per te la scalabilità è importante, avrai bisogno di un fornitore di servizi di pagamento in grado di sostenerti durante la tua espansione. Come afferma Rik di Adyen: “Quando si valuta un fornitore di servizi di pagamento, la semplicità di integrazione è molto importante. Dopodiché, si tratta di valutare le funzionalità. Il nostro punto di forza deriva dal fatto che ti garantiamo tutti i metodi di pagamentocon una sola integrazione. In questo modo, potrai espanderti rapidamente senza dover integrare nuove modalità diverse per ogni mercato”.

“Con Adyen puoi integrare con semplicità qualsiasi metodo di pagamento locale” - Eve Sleep

Moritz di Eve Sleep afferma: “Quando ci si vuole espandere in un nuovo paese, la velocità svolge un importante ruolo come prova di fattibilità. Con Adyen puoi integrare senza sforzo qualsiasi metodo di pagamento locale mantenendo un ritmo serrato. In seguito, potrai dedicare il tuo tempo a personalizzare/ottimizzare l'esperienza utente secondo le tue necessità. Quindi, si tratta di una soluzione perfetta per aziende di ogni dimensione”.

“È vero che implementando direttamente i singoli metodi di pagamento è possibile risparmiare”, prosegue Moritz. “Ma può essere una seccatura, specialmente con Magento, dove devi installare singolarmente ciascuna estensione, Ecco perché utilizziamo Adyen per supportare la maggior parte dei nostri metodi di pagamento”.

Accedi all'area support

Indipendentemente dall'estensione, è importante che tu sappia di avere accesso a un servizio di assistenza continuo. “Puntiamo a una soluzione plug-and-play”, afferma Rik. “Naturalmente non mancano mai esigenze di personalizzazione, motivo per cui forniamo supporto in-house. Puoi richiedere nuove funzionalità e disporre di nuove versioni e correzioni di bug a cadenza regolare. Vuoi saperne di più? Contattaci direttamente, senza il bisogno di intermediari”.

Per Eve Sleep, questo è un vantaggio enorme: “Siamo contenti di pagare una piccola commissione per ricevere un servizio sensazionale per noi e per i nostri clienti”, afferma Moritz. “Ogni volta riceviamo una risposta entro un giorno e il team dell'assistenza sa veramente il fatto suo. Abbiamo trovato un bug in una sola occasione, ma è stato risolto in meno di un giorno. Magari c'è da aspettare qualche giorno per una release ufficiale, ma se ti serve una soluzione rapida, l'avrai in men che non si dica”.

Operatività senza intoppi garantita fin dal primo giorno

Nell'esperienza di Eve Sleep, è importante che tutto funzioni per ogni team fin dal primo giorno. “Negli ultimi cinque anni abbiamo integrato diverse soluzioni di pagamento e la collaborazione con Adyen è stata senza dubbio la più semplice. Non importa se si tratta di un'integrazione API personalizzata o di un'integrazione standard di Magento, funziona sempre fin dal primo momento. È una soluzione altrettanto valida anche dal lato finanziario. Tutto viene gestito da un solo backoffice, eliminando la necessità di riconciliare ciascun metodo di pagamento in maniera separata. La gestione dei rimborsi è molto semplice e l'ufficio contabile può occuparsi delle singole istanze da un'unica piattaforma, con un grande risparmio di tempo e risorse.

Ulteriori informazioni su Adyen per Magento

Per una panoramica dettagliata di funzionalità dei plugin, informazioni sull'integrazione, link di GitHub e altro ancora, fai click qui sotto. Oppure, contattaciper parlare direttamente con un esperto di pagamenti.

Scopri Adyen per Magento

Vai alla pagina



Iscriviti alla nostra newsletter!

Compila il form e rimani aggiornato

Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy di Adyen e acconsento all'utilizzo dei miei dati in conformità con essa.