Christian Louboutin: i pagamenti al centro della strategia di una maison di lusso internazionale

Christian Louboutin ottimizza la sua strategia di pagamento elettronico e sviluppa percorsi di acquisto sempre più innovativi in tutto il mondo.

Risale al 1991 la decisione di Christian Louboutin di lanciare l'omonimo marchio. Da allora, lo stilista ne è ancora l'anima creativa. Originariamente specializzato in scarpe da donna, il marchio si è successivamente dedicato anche a scarpe da uomo, accessori e prodotti di bellezza.

Negli ultimi trent'anni, questa casa di moda è cresciuta in maniera considerevole. Nell'ambito della vendita al dettaglio e/​o dell'e-commerce, il marchio è attualmente presente in una trentina di paesi, con circa 160 negozi in tutto il mondo.

In qualità di direttrice della gestione del rischio finanziario, Chloée Daullé è responsabile, per tutte le filiali di Christian Louboutin, della gestione dei rischi finanziari, ad esempio il rischio di cambio o il rischio di frode. È inoltre responsabile di tutte le questioni relative al controllo interno delle attività di tesoreria e del monitoraggio delle procedure.

La sua testimonianza ci spiega come Adyen vadaperfettamente incontro alle necessità di Christian Louboutin di ottimizzare la propria strategia di pagamento elettronico e di affrontare le nuove sfide della vendita al dettaglio e dell'e-commerce.

La sfida chiave dei pagamenti elettronici: massimizzare le entrate e ridurre l'abbandono

« Maximize revenue and minimize write-off » : è questo il motto di Chloée Daullé riguardo alla strategia di gestione delle frodi. Per un gruppo di alta moda, le problematiche legate al rischio sono ancora più predominanti. Avendo i prodotti un prezzo medio elevato, la quota di flussi di cassa in entrata legati alle carte è considerevole, considerando che il gruppo non accetta assegni e che l'importo massimo dei pagamenti in contanti è spesso regolamentato. La frode presenta inoltre un rischio di reputazione, in quanto la merce rubata può finire in canali di vendita paralleli.

Ovviamente, il tasso di autorizzazione dei pagamenti è un indicatore chiave per il gruppo, che sta cercando di personalizzare le proprie regole relative alle frodi e-commerce per essere in grado di rifiutare le transazioni solo quando necessario. Secondo Chloée Daullé, « vogliamo passare ad una gestione del rischio basata su eccezioni per limitare il più possibile le transazioni da rivedere. » Da qui la rilevanza di Adyen, che grazie all'esperienza con altri marchi può facilmente identificare i clienti più sospetti in caso di mancati pagamenti.

Il risk team di Adyen affianca Christian Louboutin nel processo di personalizzazione delle regole relative alle frodi e nella gestione dei mancati pagamenti. Grazie a RevenueProtect, una piattaforma unica e di facile utilizzo, a lungo termine, Chloée Daullé spera di costruire una visione globale dei mancati pagamenti indipendentemente dal canale: «​​se facciamo un paragone col passato, in cui lavoravamo con diversi fornitori di servizi di pagamento in ogni paese, il fatto di avere tutti i chargeback centralizzati rappresenta un vero valore aggiunto. »

Oltre alla gestione delle frodi, Adyen sostiene la strategia commerciale del gruppo, consentendogli di sviluppare i percorsi d'acquisto più innovativi con rapidità e fluidità.

Verso l'omnicanalità con Adyen

Quando si è trattato di scegliere un fornitore di servizi di pagamento, Christian Louboutin aveva già previsto la necessità di sviluppare dei percorsi omnicanale. Ecco perché la dimensione internazionale di Adyen e la disponibilità del plugin Magento per l'e-commerce e di quello Cegid per i punti vendita, già partner del gruppo, hanno pesato sull'ago della bilancia.​

«Avevamo bisogno di una soluzione omnicanale completa a livello nativo per garantire una copertura internazionale utilizzando la stessa soluzione, senza bisogno di integrazioni specifiche. Ora con Adyen siamo pronti».

Chloée Daullé Director Financial Risk Management

Per di più, avendo punti vendita e siti e-commerce in tutto il mondo, Christian Louboutin ha necessità di offrire metodi di pagamento locali per i mercati nazionali e i clienti internazionali. Grazie a Adyen, l'integrazione rapida in Europa dei metodi di pagamento cinesi ​ AliPayWeChat Pay permetterà alla casa di moda di essere pronta per il ritorno dei turisti. Recentemente, il marchio ha anche potuto integrare nuovi metodi di pagamento locali molto apprezzati nei mercati di origine, come Interac in Canada o iDEAL nei Paesi Bassi.

Una migliore conoscenza dei clienti

Secondo Chloée Daullé, « oltre agli strumenti di pagamento, avevamo un notevole bisogno di dati per comprendere meglio i consumatori e ottimizzare il percorso di acquisto e la fidelizzazione dei clienti.» Grazie ai pagamenti, Christian Louboutin può disporre di una grande quantità di dati cruciali per costruire la strategia di vendita. Con l'outil ShopperDNA, Adyen può collegare le transazioni per identificare il profilo di un acquirente, anche se questo cambia dispositivo, rete o identità. Tutte queste informazioni sono di grande aiuto ai team di vendita.

« Poter conoscere i canali di acquisto dei nostri clienti è un vero e proprio vantaggio. I report di Adyen sono un indicatore chiave dal punto di vista aziendale. »

Chloée Daullé Director Financial Risk Management

Risposta impeccabile dei team Adyen

Dall'inizio della partnership, i team di Adyen hanno lavorato a stretto contatto con Christian Louboutin per integrare soluzioni di vendita al dettaglio ed e-commerce. Il progetto è iniziato con l'integrazione di Adyen nei punti vendita in Europa, per poi passare agli Stati Uniti. Dalla fine del 2020, Christian Louboutin ha integrato la soluzione anche sui propri siti di e-commerce in Europa.

Per Chloée Daullé si tratta di un supporto umano e tecnologico considerevole: « Oltre a una soluzione tecnologica innovativa, abbiamo voluto scegliere un partner che offrisse supporto prima, durante e dopo l'esecuzione dei progetti. Il supporto di Adyen è stato sempre presente nell'implementazione relativa alla vendita al dettaglio e all'e-commerce. Il livello di coinvolgimento dei team è stato notevole. »

​In un 2020 che ha visto il mondo del commercio e dei percorsi d'acquisto stravolto dal contesto sanitario, Adyen ha inoltre permesso a Christian Louboutin di introdurre rapidamente innovazioni per offrire la customer experience più appropriata. La soluzione​ Pay by Link, che consente di creare link di pagamento in completa sicurezza su tutti i canali, ha potuto essere implementata a partire da maggio e giugno, dopo essere stata testata poco prima dell'inizio della crisi. In questo modo, nonostante i lockdown istituiti in Francia, Regno Unito e Repubblica Ceca, i negozi Christian Louboutin hanno potuto continuare a operare tramite Pay by Link. Un vantaggio non indifferente, considerato che lo strumento permette di effettuare una vendita a distanza in modo sicuro, senza la seccatura di un bonifico e con meno rischi rispetto a una transazione che necessita dell'inserimento manuale dei dati di pagamento. Chloée Daullé ha aggiunto: « Oltretutto siamo stati in grado di fornire ai nostri calzolai link di pagamento, che vengono inviati al cliente una volta conclusa la riparazione delle scarpe, una soluzione innovativa per la fidelizzazione del cliente​. »

Per approfondire: leggi il nostro studio Retail 2020

Scopri i risultati di un sondaggio su oltre 25.000 consumatori in tutto il mondo per tracciare le tendenze di pagamento e comprendere meglio i vantaggi di un approccio commerciale unificato.

Leggere lo studio retail

Inoltre, la condizione di acquirer di Adyen, che dispone della propria licenza bancaria, ha notevolmente facilitato gli sviluppi in tempi di crisi.

«Con le configurazioni precedenti e i vari acquirer locali, non avremmo potuto essere così reattivi e, nonostante i lockdown, raggiungere un livello di vendite come quello realizzato con Pay by Link».

Chloée Daullé Director Financial Risk Management

Christian Louboutin e Adyen hanno numerosi progetti di sviluppo in serbo. A breve termine, questa collaborazione consentirà al gruppo di beneficiare di una serie di terminali moderni, standardizzati a livello internazionale, per i pagamenti sullo stesso tipo di terminale, indipendentemente dal Paese. Il progetto successivo riguarderà l'implementazione dell'integrazione con le casse Cegid. Christian Louboutin proseguirà inoltre il suo sviluppo internazionale integrando la soluzione Adyen nei siti di e-commerce negli Stati Uniti e in Asia. Nei prossimi anni non mancheranno quindi le sfide per questo emblematico marchio del lusso francese, che grazie a Adyen potrà affrontare il futuro con serenità.


Iscriviti alla newsletter


Are you looking for test card numbers?

Would you like to contact support?